logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Home Page Centro Cadore

Provincia di Belluno - Regione del Veneto

Contenuto

News

Errore caricamento immagine.

UN PLAUSO A DON LUIGI CIOTTI DAL COMUNE DI PIEVE PER LA LAUREA AD HONOREM DELL’UNIVERSITA’ DI PARMA


UN PLAUSO A DON LUIGI CIOTTI DAL COMUNE DI PIEVE PER LA LAUREA AD HONOREM DELL’UNIVERSITA’ DI PARMA

La notizia della laurea ad honorem in Psicologia a don Luigi Ciotti, conferitagli dall’Università di Parma, è stata accolta con soddisfazione e orgoglio da parte dell’intera comunità di Pieve di Cadore, suo comune di origine che cinque anni fa lo ha insignito della cittadinanza onoraria.

“Le persone, la strada, l’ambiente, la vita: l’intervento sociale come etica della responsabilità”.

Questo il titolo della lectio doctoralis che don Ciotti ha tenuto nell’aula magna dell’ateneo parmense, gremita di studenti e professori, in concomitanza con l’apertura dell’anno accademico.

Da notare che pochi giorni prima al fondatore del Gruppo Abele e di Libera era stato assegnato il Premio Gambrinus “Giuseppe Mazzotti” in segno di riconoscimento per il suo tenace, appassionato e coraggioso impegno nei confronti degli esclusi e per un cambiamento culturale, sociale ed etico finalizzato alla scomparsa dell’illegalità e di ogni forma di ingiustizia.

“Motivazioni che riempiono di orgoglio il Comune di Pieve di Cadore perché – questo il commento che viene dall’Amministrazione comunale – avere un concittadino come don Luigi Ciotti ci sprona ad un impegno maggiore nei confronti delle povertà, che sono presenti anche in Cadore, e sui versanti della giustizia. Don Ciotti è un esempio al quale guardare con passione, da ricordare e rammentare sempre a tutti, a cominciare dai nostri giovani, come, del resto sta facendo la sezione cadorina di Libera.”

Nelle motivazioni della Laurea ad honorem e del Premio Mazzotti viene sottolineato il grande merito che ha avuto don Ciotti per aver fondato, negli anni settanta, il Gruppo Abere, associazione che promuove l’inclusione  e la giustizia sociale attraverso un impegno che salda accoglienza e cultura, dimensione educativa e proposta politica e per aver dato vita, negli anni novanta, a Libera in prima linea contro le mafie promuovendone la confisca dei beni dove si sono insediate oneste occasioni di lavoro.


Data ultimo aggiornamento: 26/11/2018

P.Iva IT 00133880252
PEC: comune@pecveneto.it